Rai: via libera al tetto dei compensi anche per i conduttori

Dopo i dirigenti, ora tocca anche agli artisti: il giro di vite sugli stipendi dei dipendenti Rai non risparmia più nessuno. Il consiglio di amministrazione della Rai ha infatti dato il via libera al tetto di 240mila euro annui anche per i contratti di collaborazione e consulenza di natura artistica.

La norma, che diventerà attuativa da aprile, dovrebbe interessare alcuni dei volti più noti di Mamma Rai: da Fabio Fazio a Carlo Conti, passando per Antonella Clerici e Bruno Vespa. Ma considerati gli stipendi percepiti dai volti della tv pubblica, anche Flavio Insinna, Lucia Annunziata e Piero Angela verranno coinvolti dal provvedimento.
[continua a leggere dopo la foto]
Rai: via libera al tetto dei compensi anche per i conduttoriLa decisione presa dal CdA ha diviso in due il mondo della tv e della politica: se da una parte c’è chi esprime preoccupazioni in materia di competitività e concorrenza, dall’altra c’è chi, come il presidente della Vigilanza Roberto Fico, si definisce invece soddisfatto.

Tra i primi conduttori ad esprimersi sul tetto agli stipendi è stato Bruno Vespa, storico anchorman di Porta a Porta: «Credo che la Rai abbia voluto invitare il Ministero dell’Economia a una decisione di buon senso, se si vuole che la tv pubblica rimanga nel mercato. E poiché il ministro Padoan ha dato molte prove di essere una persona di buon senso, sono fiducioso che si arriverà presto a una soluzione».

Matteo D’Apolito

Facebook Comments